News

Alluvione Emilia-Romagna, tragedia senza fine

today18 Maggio 2023 64 1

Sfondo
share close

L’Emilia Romagna è devastata delle alluvioni che hanno sfigurato città e piccoli comuni. È di 5 morti e un disperso il bilancio di deceduti nel Ravennate, rinvenuti tra ieri e oggi nella zone alluvionate, gli ultimi due oggi a Russi, una coppia di due agricoltori di 73 e 71 anni, marito e moglie, trovati senza vita nel loro appartamento completamente invaso dalle acque. Sarebbero stati schiacciati da un frigorifero che cercavano di spostare. Con le 8 vittime comunicate ieri dalla Regione Emilia-Romagna, dunque, il triste bilancio sale quindi a 13 deceduti, a cui vanno sommati 10mila gli sfollati, non definito il numero di eventuali dispersi, 42 i comuni coinvolti, 27mila persone prive di energia elettrica, 250 strade chiuse. Drammatico il commento del Ministro dell’Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, sull’emergenza maltempo.”Un’emergenza che ci fa ricordare giustamente il terremoto – ha detto. L’impegno del governo, fissando anche il consiglio dei ministri martedì, è anche per renderci conto degli impegni che prenderemo: il presidente ha già indicato i primi interventi anche di ordine finanziario ma credo che tutti si rendano conto della necessità di avere il controllo di quella che è l’emergenza, che va valutata comune per comune”. Black out elettrici, linee telefoniche fuori uso, treni in tilt, previsioni meteo non incoraggianti per le prossime ore e allerte meteo anche per il pericolo frane, a cui si sonno non per ultima l’angoscia alimentata delle popolazione dall’isolamento di intere aree. La Romagna, dunque, è sommersa, annaspa ma si aggrappa a ogni ancora per non affondare, grazie anche alle forza e di 1200 volontari, gommoni ed elicotteri con oltre 600 vigili del fuoco schierati. Anche Papa Francesco ha espresso “i suoi sentimenti di viva partecipazione per l’impressionante disastro che ha colpito l’Emilia Romagna”. In un telegramma di cordoglio per le vittime del violento nubifragio, inviato – a nome del Santo Padre – dal Sostituto per gli Affari Generali, monsignor Edgar Pena Parra, al cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo Metropolita di Bologna e presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il Pontefice “assicura fervide preghiere di suffragio per i defunti esprimendo cordoglio ai familiari”, “invoca da Dio conforto per i feriti e consolazione per quanti soffrono conseguenze per la grave calamità”.

Scritto da: Redazione

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento


0%