News

La “Pietà di Gaza” trionfa al World Press Photo

today19 Aprile 2024 430 3

Sfondo
share close

É quella del fotografo Mohammed Salem, scattata il 17 ottobre 2023 all’ospedale di Nasser di Gaza,  la fotografia dell’anno del World Press Photo del 2024. Un’immagine che il fotografo dell’Agenzia Reuters descrive come un “momento potente e triste che racchiude il senso più ampio di ciò che stava accadendo nella Striscia di Gaza”. Una donna, Inas Abu Maamar, abbraccia il corpo senza vita delle nipote di 5 anni, morta e avvolta in un sudario (clicca qui per visualizzarla), un momento che ha commosso notevolmente “soprattutto dal modo in cui questa immagine evoca una riflessione emotiva in ogni spettatore. Composto con cura e rispetto, offre uno sguardo metaforico e letterale su una perdita inimmaginabile –  si legge nel comunicato di premiazione”. Nella categoria Storia dell’anno, invece, il vincitore è stato il sudafricano Lee-Ann Olwage con un lavoro in Madagascar, basato su “la mancanza di consapevolezza pubblica sulla demenza significa che le persone che mostrano sintomi di perdita di memoria sono spesso stigmatizzate”, mentre il “Premio per il miglior progetto a lungo termine” è andato al fotografo venezuelano Alejandro Cegarra, con un lavoro sui migranti che cercano di entrare in Messico attraverso il confine meridionale. Nella categoria Open Format, la vincitrice è stata l’ucraina Julia Kochetova, con un sito web che “unisce il fotogiornalismo con un documentario in stile diario personale che mostra al mondo come convivere con la guerra come realtà quotidiana”. La mostra dell’edizione 2024 sarà esposta in più di 60 località in tutto il mondo, tra cui Amsterdam, Londra, Berlino, Roma, Città del Messico, Rio de Janeiro, Hong Kong, Taipei, Sydney e Toronto.

Scritto da: Redazione

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento


0%