Covid, il nuovo DPCM di Draghi

Le Notizie

Radio System | Notizie - Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato ieri, 02 marzo, il nuovo DPCM che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da Covid-19. Il provvedimento sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità. Tra le principali novità, in vigore dal 6 marzo, si prevede nelle zone rosse la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Mentre nelle zone arancioni e gialle saranno i Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica. Dal 27 marzo, inoltre, nelle zone gialle, si prevede la possibilità di riaprire musei nei giorni infrasettimanali ma anche teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala. In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18 per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto. Disposizioni riguardano anche le zone bianche (la prima in Italia, attualmente, è la Sardegna), dove si prevede la cessazione delle misure restrittive previste per la zona gialla, pur continuando ad applicarsi le misure anti-contagio generali. Si amplia ulteriormente, infine, il novero dei Paesi interessati della sperimentazione dei voli cosiddetti “Covid tested”, per evitare l'impatto delle varianti su cui sia il Governo con le Regioni, insieme al Comitato Tecnico Scientifico, hanno avviato un tavolo di concertazioni e studio costante.