Salentu d’amare, firmato Boomdabash

Le Notizie

Tutto l'orgoglio che si cela dietro a quel "lu sule, lu mare, lu jentu". É un senso di appartenza e radicazione, quello che è già diventato musica e ritornelli sulla bocca di tutti, quello che sul palco diventa spettacolo in cui c'è sempre spazio per le radici, per cantare il riscatto, per osannare il bello di una terra forte e orgogliosa. O, anche, quel percorso che dalla gavetta porta al successo avendo si gli occhi puntati alla meta, ma anche guardandosi indietro, da dove si è partiti. Come per dire che inseguire quella strada dell'evoluzione non deve far smarrire, mai, la strada di casa. C'è un po' di tutto questo, oltre alle spiagge, al vino buono e all'olio eccezionale, alla cultura del cibo e all'ospitalità, alla famiglia e alla vita tranquilla e senza stress nel primo libro firmato dai Boomdabash , 224 pagine tra guida e racconto, edito da De Agostini. Blazon, Payà e Biggie Bash, e il salentino d'adozione Ketra, partono dalla storia e dalle leggende popolari fino ad arrivare ad esperienze e abitudini personali, ognuno pronto a raccontare quel lato del Salento che resta nel cuore per sempre, da Trepuzzi a Mesagne come luoghi natii, fino alle spiagge candide o rocciose della costa, dall'Adriatico allo Ionio. E poi, ancora, nelle campagne degli ulivi che restistono all'agricoltura che porta in tavola prodotti di qualità ed eccellenze da gustare, dalla pizzica al reggae, da Brindisi a Santa Maria di Leuca attraverso grotte e cale, masserie e pagliare; tutto ciò che lascia una traccia, un'emozione indelebile da raccontare in una canzone, da ballare in una dancehall. Non è solo l'estate, la stagione in cui tutto il bello sembra fondersi in una magica, coinvolgente, alchimia oppure il periodo in cui "lu Salentu d'amare" è sulla bocca di tutti e nelle destinazioni turistiche più scelte d'Europa. É, quasi, uno stato permanente dell'anima per coloro che, in questa terra, ci sono nati, ci sono cresciuti e non riescono proprio a staccarsi dai suoi vizi e virtù. Dalle sue bellezze e, perchè no, anche dai suoi problemi.